Don Papa

Dalla canna da zucchero dell’Isola di Negros, nasce Don Papa, un rum Filippino prodotto The Bleeding Heart Company mediante il blend di diversi rum selezionati e poi maturati in rovere per 7 anni.
Sono circa un centinaio le varietà di canna da zucchero ma quella originaria Noble si trova nell’isola Negros, al centro dell’arcipelago filippino, non a caso ribattezzata Sugarlandia. Terreno vulcanico, temperatura equatoriale calda-umida tutto l’anno (sullo stesso parallelo che attraversa Colombia e Venezuela), la lussureggiante e fertile isola Negros è altrettanto famosa per zuccherifici e distillerie di rum.
Papa era il soprannome di Dioniso Magbuelas, eroe della rivoluzione filippina e questo prodotto è stato a lui intitolato.
L’affinamento avviene sempre sull’ Isola di Negros, da cui proviene la canna da zucchero, sulle pendici del monte Kanlon.
Si presenta con un color oro con riflessi ambrati, ed arriva al naso con una forte predominanza di dolce, note di mango, cocco, banane abbinate a vaniglia in sequenza giunge un sentore tipico da Gran Marnier, con notevole presenza di arancia candita ed ancora mou, zucchero di canna caramellato e caramello.Si percepiscono a tratti, note di panna cotta caramellata e cheesecake a chiude arriva il cedro.
Con il suo corpo leggero si ripropone al palato con una notevole dolcezza contraddistinta da vaniglia e caramello e vaniglia, che viene bilanciato da un mix di arancia candita e leggera nota citrica, che ne mitiga un po’ l’elevata dolcezza. Torna ad avvertirsi il cedro, qui accompagnato da miele d’acacia, cocco e sopra tutti la banana.

LA STORIA DELLA DISTILLERIA

Fondatore di Bleeding Heart Rum Co., l’inglese Stephen Carroll ha avuto il coraggio (calcolato) di lanciare un premium rum non proveniente dalle solite Antille ma inaspettatamente da un paese ingiustamente trascurato nel campo spirit come le Filippine, tra i maggiori mercati di produzione e consumo di rum. Con Don Papa Rum (lanciato nel 2012) Stephen Carroll ha messo a frutto l’esperienze marketing maturate in numerose multinazionali del settore spirit, scegliendo i migliori “ingredienti”: bottiglia in vetro 70 cl francese, tappo di sughero portoghese, etichetta stampata in Italia, immagine di marca messa a punto dallo studio Stranger & Stranger di New York. Una scelta è già stata confortata da numerosi premi internazionali come la Double Gold per il packaging al San Francisco World Spirits Competition 2013 e dalla diffusione nei lounge bar più noti di New York e Londra.