Un po’ come avviene nel vino in cui la carenza di sughero di qualità sta facendo spazio a nuove tipologie di tappi che però non sono molto accettate dagli appassionati, visti come soluzione per prodotti di bassa qualità, così nella birra le lattine vengono spesso associate a prodotti di bassa qualità per lo più commerciali.

Questo perché fino a poco fa, in Italia solo i birrifici commerciali ne facevano un grande utilizzo creando così un’associazione diretta fra birra commerciale e utilizzo della lattina.

Inoltre negli anni 60 per via delle tecnologie disponibili all’epoca , la birra prendeva un retrogusto “ferroso”; infatti inizialmente il materiale utilizzato era la latta (ferro stagnato) da cui hanno preso il nome, nel 58/59 circa si passò all’alluminio materiale più leggero ed economico ma altrettanto resistente alla corrosione.
Nel frattempo però la tecnica produttiva ha compiuto passi da gigante, tanto da rendere le lattine un contenitore “neutro” e sicuro nei confronti del suo prezioso contenuto.
Infatti le lattine “del XX secolo” sono rivestite internamente con una pellicola apposita, che evita il contatto diretto fra alluminio e birra, lasciando la nostra “amata” neutra, senza sapori ed odori “ferrosi” indesiderati, come accadeva nel passato.
La reticenza però è rimasta in molti consumatori.

In realtà i vantaggi dell’utilizzo della lattina sono innumerevoli ad esempio la riduzione del rischio di lightstruck ovvero quello di danneggiare la birra mediante l’esposizione ai raggi solari, cosa che avviene con l’utilizzo di bottiglie che non sono completamente schermate.
Ma anche una diminuzione del rischio di ossidazione grazie a una migliore capacità di riempimento della lattina rispetto alla bottiglia.

Sono vantaggi molto importanti soprattutto per i consumatori appassionati che riescono ad apprezzare le qualità organolettiche di birre profumate come ad esempio le ipa allo stesso livello di quelle spillate dai fusti.

Ovviamente sono molti anche i vantaggi per i produttori che possono ridurre i costi di trasporto e stoccaggio in quanto le lattine occupano meno spazio delle bottiglie e sono molto più leggere, inoltre ci sono meno rischi di rotture e danneggiamenti, rispetto alle bottiglie di vetro durante il trasporto, infine a livello di comunicazione di marketing vi è molta più superficie disponibile rispetto a quella della bottiglia.

Non ci resta che dire avanti a tutta latta… … ma solo per le belle profumate

Ovviamente per le birre da invecchiamento o con una lunga rifermentazione in bottiglia ci tocca cambiare motto…. … mai lasciare la vecchia via… … meglio a rimanere sulla bottiglia