Era il 12 September 2018 quando il Dailystar riportava un articolo dal titolo: “BrewDog offering FREE beer today – here’s how to get your hands on a pint” ovvero “BrewDog oggi offre birra GRATIS – ecco come mettere le mani su una pinta”.

Sempre con la voglia di stupire, l’eclettico birrificio Scozzese, ha trovato una via commerciale di grande impatto per promuovere la sua nuova creatura.

Nell’articolo, il co-fondatore di BrewDog, James Watt afferma: “Lost Lager è la nostra miglior lager prodotta fino ad oggi; una pilsner nitida e pulita con sentori di spezie ed un sapore di marmellata di lime”

“Per celebrare il suo lancio, abbiamo voluto dare ai bevitori di birra la possibilità di assaggiare una birra fatta con l’anima e con la passione, piuttosto che la solita bevanda gialla frizzante prodotta in serie che i grandi birrifici vendono da anni”

Il birrificio indipendente scozzese ha annunciato con questa iniziativa “un’amnistia internazionale dalle birre scadenti”, offrendo ai bevitori la possibilità di scambiare un lager tradizionale per una pinta di birra di nuova concezione, la Lost Lager.

“Tutti gli ‘scommettitori’ possono scambiare le lattine di birra ‘indesiderate’ per una pinta Lost Lager” Questo avveniva il 12 Settembre, in Scozia, in tutti i pub aderenti a questa iniziativa.
Una trovata geniale come sempre, che punta il dito sulle birre scadenti e James non si ferma qui nella sua intervista: “Per decenni, l’artigianalità delle Lager è stata persa e dimenticata, bastonata da mega industrie che hanno anteposto il profitto al sapore”

““Ma se birrificate nel modo corretto, le lager possono diventare uno stile davvero memorabile esaltando la profondità di sapori, ed il carattere. Abbiamo lavorato duramente per mesi per arrivare a questa ricetta, e siamo convinti che chiunque assaggerà Lost Lager non guarderà mai indietro ” e come dargli torto!

Come si intuisce dalle parole di James l’intento è stato quello di rivalorizzare uno stile che negli anni si è appiattito a causa del diffondersi tecniche di produzione che non spiccavano certo per la selezione delle materie prime o per la ricerca di determinati standard qualitativi. Lost Lager si presenta come una birra immediata e di grande bevibilità, senza però rinunciare a un profilo sensoriale ricco.

Prodotta con ceppi di lievito proveniente da Weihenstephan in Bavaria; luppolata sia in whirpool che in dry hopping con la varietà tedesca Saphir che regala a questa birra note particolarmente fresche e citriche, di limone e lime. Leggera al palato dove è il malto a fare da padrone con sentori di crosta di pane ben bilanciati dalla luppolatura, responsabile di un tocco erbaceo e piacevolmente speziato in chiusura.

Una curiosità, gli unicorni sono l’animale nazionale della Scozia, la patria di Brewdog. E sono anche stati l’ispirazione che ha dato il nome al Fondo Unicorno ovvero la concretizzazione dell’audace approccio di questo fantastico birrificio all’altruismo alternativo. Infatti dal 2017 si sono impegnati a donare annualmente una parte dei loro profitti per finanziare incredibili attività caritatevoli in tutto il mondo. Un birrificio che si dichiara in missione per cambiare il mondo della birra e che vuole contestualmente dare il suo contributo per cambiare il mondo in generale. Attraverso la BrewDog Foundation, donano £ 1 milione ogni anno ad iniziative di beneficenza che il birrificio decide di volta in volta di sostenere.

Questa parentesi non è del tutto estranea all’argomento principale, ovvero la Lost Lager, infatti BrewDog ha dichiarato “Abbiamo preparato questa birra per celebrare l’impatto che il Fondo Unicorno ha sul mondo che ci circonda”

Lost è una Lager come furono in origine, come avrebbero dovuto essere nel passato recente e come sarà… …da qui in poi