Carlo IV di Lussemburgo è stato Re dei Romani, Imperatore del Sacro Romano Impero, Re di Boemia e Conte di Lussemburgo.
Fu battezzato Venceslao da suo padre Giovanni di Lussemburgo, era un uomo riflessivo, odiava i tornei anche nella sua gioventù e parlava ben cinque lingue
Nel 1364, con l’intento di migliorare il livello qualitativo della birra, promulgo il decreto “Novus Modus Fermentandi Cervisiam” con il quale si rese obbligatorio l’uso del Luppolo per i birrai di tutto in tutto il Sacro Romano Impero e nella nazione tedesca a cui appartenevano il Brabante e le Fiandre Imperiali (Rijks-Vlaanderen), la regione ad est della Schelda.
Nelle Fiandre Reali, regione ad ovest della Schelda, che erano invece sotto la sovranità Francese, il decreto di Carlo IV non aveva alcun effetto.
In questo modo si crearono due modi di birrificazione: nelle Fiandre Imperiali e nel Brabante si produceva una birra luppolata che aveva una conservabilità maggiore mentre e nelle Fiandre Reali la birra continuava a essere prodotta con il Gruyt e quindi i birrai acidificavano la bevanda perché potesse durare più a lungo.
Con l’uso del luppolo la birra assunse un aspetto ed un sapore molto simile a quella dei nostri giorni .

 

#bambrewerypub