Descrizione

Birra chiara e leggermente opalescente,brassata utilizzando cereali biologici locali (segale e saragolla).
La Saragolla è considerata l’antenata di tutti i grani moderno. Si prensenta con cariosside lunga dal colore giallo leggermente ambrato e brillante.
Fu introdotto in Abruzzo circa nel 400 d.c. dalle popolazioni protobulgare Altzec provenienti dall’Egitto.
Il suo nome deriva dall’ungherese Sarga (giallo) e golyo (seme): letteralmente chicco giallo.
Il grano Saragolla ha la particolarità di conservarsi a lungo e presenta delle caratteristiche molto simili al grano duro Senatore Capelli che, per gran parte del ‘900, lo ha sostituito nelle coltivazioni più diffuse in Italia centrale.
Rispetto agli altri grani duri contiene una più alto contenuto di proteine, lipidi e sali minerali.
Non presenta la tipica acidità delle blanche e risulta invece morbida ed abboccata.
Il finale è secco e delicatamente speziato grazie anche all’aggiunta di un raro pepe (una varietale del Nero di Sarawak) coltivata da un singolare personaggio nelle foreste del Borneo.
Si sposa molto bene con i crudi di pesce, il sushi e la tempura di verdure.

IL BIRRIFICIO

Il Birrificio Almond’ 22 nasce nel 2003 in provincia di Pescara, su una delle ultime colline che si rincorrono dalla montagna al mare, nel comune di Spoltore.
Quella di Jurij Ferri, birraio e fondatore, è stata una vera sfida in anni in cui i birrifici artigianali erano poco meno di un centinaio, ed in Abruzzo non arrivavano a coprire le dita di una mano.
Jurij con calma e pazienza ha superato ogni ostacolo, creando dal nulla un azienda, sviluppandola di anno in anno, portandola ad i giorni nostri come realtà birraia consolidata.
Nel 2014 Almond’22 compie un passo in avanti, acquistando un nuovo capannone nella città dell’olio, Loreto Aprutino, uno dei più bei borghi d’Abruzzo.
Nella nuova realtà Jurij apre come brewpub, unendo produzione e somministrazione, permettendogli così di poter stare a contatto con i suoi clienti. Il fatto di essere figlio di genitori di nazionalità Italiana e Svedese, gli ha trasmesso sia le tipicità italiane dell’inventiva, la creatività e la passione che quelle tipiche scandinave dell’ordine, razionalità e logica.
Produce birre eleganti, spesso diverse, in cui l’elemento distintivo principale risiede nella selezione delle materie prime, a ciò si aggiungono una competenza quindicinale ed una grande passione; un mix che fala differenza.
La birre effettuano una prima fermentazione in acciaio ed una seconda in bottiglia, con una metodologia che rievoca il metodo “classico” degli champagne. I polifenoli, sali minerali e vitamine di cui la birra abbonda, vengono preservate grazie ai processi artigianali di produzione senza aggiunta di additivi, senza filtratura e senza pastorizzazione.